Emergenza Sanitaria da contagio COVID-19 . Ordinanza Riapertura del mercato settimanale alimentare e non alimentare.

COMUNE DI MONTEPAONE
P. IVA 00297260796 (Provincia di Catanzaro) Tel. 0967/49294-5- Fax 49180
UFFICIO DEL SINDACO

Ordinanza n°66
Prot. n°5565

OGGETTO: Emergenza Sanitaria da contagio COVID-19 . Riapertura del mercato settimanale alimentare e non alimentare.

– Considerato che l’organizzazione Mondiale della Sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID- 19 emergenza sanitaria pubblica mondiale;
– Vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
– Visti:
– Il Decreto Legge 23. Febbraio 2020, n° 6, recante “misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID- 19”;
– Il DECRETO LEGGE 2 marzo 2020 n. 9 recante “misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’epidemia COVID-19;
– Ill Decreto Legge 25 marzo 2020. N° 19, recante “misure urgenti per fronteggiare l’emergenza sanitaria da COVID-19”
– I Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri: 23 febbraio 2020, 25 febbraio 2020,1° marzo 2020, 4 marzo 2020, 9 marzo 2020, 11 marzo 200, 22 marzo 2020, 1° aprile 2020, 10 aprile 2020 e 26 aprile 2020;
Viste :
– L’ordinanza del Ministero della salute del 20 Marzo 2020;
– L’ordinanza del Ministero dell’Interno e del Ministero della salute del 22 marzo 2020;
– Visto il decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 25 marzo 2020;
– Richiamate le ordinanze del Presidente della Regione Calabria, nn: 1,3,4,5,7,12,15,20,25,28,29,32,35,36,38, 40, 41 recanti misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, integrative rispetto a quelle adottate a livello nazionale;
– Vista la propria ordinanza n° 46 del 04.05.2020;
– visto il Decreto del presidente del Consiglio dei Ministri 17 maggio 2020 il quale all’art. 1, comma 1, lett. d) stabilisce che le attività commerciali al dettaglio” devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli e nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all’allegato 10. Si raccomanda altresì l’applicazione delle misure di cui all’allegato 11”;
– Vista l’ordinanza del Presidente della Regione Calabria n. 43 del 17 maggio 2020 recante: “ ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019;
– Dato atto che le citate linee guida, allegate all’ordinanza regionale sotto la lettera A, si riferiscono anche al commercio al dettaglio su aree pubbliche prevedendo una serie di competenze ed adempimenti a carico dei Comuni, individuando le misure più idonee ed efficaci per limitare il rischio di diffusione dell’epidemia di COVID-19, assicurando il rispetto dei punti 1,4,5,6,7 lett. c) e 8 dell’allegato 5 del DPCM 26 aprile 2020;
– ritenuto che, con le opportune cautele , sia possibile autorizzare :

L’attività di vendita di prodotti alimentari e agricoli da svolgersi su Via Del Pescatore per i commercianti che hanno assicurato la loro presenza al mercato anche nei periodi al di fuori di quelli estivi, e per come indicati nella planimetria allegata all’originale di questo atto

– Ritenuto altresì autorizzare, nel rispetto delle opportune cautele:

L’attività di vendita di prodotti non alimentari in trav. Piazza San Francesco lato sud per i commercianti che hanno assicurato la loro presenza al mercato anche nei periodi al di fuori di quelli estivi, e per come indicati nella planimetria allegata all’originale di questo atto;
Lo svolgimento del mercato dovrà attenersi alle seguenti condizioni:

Contingentamento dell’area con apposita delimitazione, con un sistema di controllo degli accessi in entrata e in uscita;
– Dovrà essere predisposta idonea delimitazione anti-contagio da parte degli operatori presenti al mercato, come da allegato all’originale della presente Ordinanza;
– Dovrà essere assicurata nell’area mercatale una capienza di persone tale da consentire il rispetto delle norme in materia di distanziamento sociale;
– Visti;
– Il decreto lLgs. 31 marzo 1998 n. 114 “riforma della disciplina relativa al settore del commercio, norma dell’art. 4 comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59” ed in particolare gli artt. 27 e ss.;
– IL Dlgs n. 267 del 18 agosto 2000 e in particolare l’art. 50, comma 5 in materia di attribuzioni del Sindaco per l’adozione di provvedimenti contingibili ed urgenti in caso di emergenza sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale.
– Il DPCM del 17.05.2020;
– Rilevato che la seguente ordinanza non si mette in contrasto con le misure statali di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, ma ne costituisce piena applicazione, in coerenza con l’art. 3, comma 2, del D.L. n. 19 del 25/03/2020;
– Considerato che la situazione di contingibilità ed urgenza consente l’omissione della comunicazione di avvio del procedimento di cui alla Legge n. 241 /90 ;

DISPONE

Per le motivazioni di cui in premessa:
– La riapertura, con decorrenza 25 maggio c.a. e fino alla durata di tutto il periodo di emergenza sanitaria da COVID 19, e comunque fino ad eventuale modifica o revoca della presente, dalle ore 07,00 alle ore 12,00 del mercato alimentare e non alimentare del lunedì in Via del Pescatore e traversa Piazza San Francesco Lato sud.
– Le attività di sistemazione dei banchi e di vendita saranno effettuati, con l’ausilio della Polizia Locale nonché avvalendosi della collaborazione di Associazioni di volontariato presenti sul territorio, nel rigoroso rispetto delle regole di distanziamento sociale, allegati alla presente per farne parte integrante e sostanziale, di divieto di assembramenti imposte dalla normativa anti COVID-19, di cui alle linee guida approvate dalla conferenza delle Regioni richiamate in premessa;

Di sospendere le procedure della spunta giornaliera non consentendo l’accesso ai relativi commercianti.

PRESCRIVE

Che la presente ordinanza venga trasmessa:

1) PREFETTURA di Catanzaro
2) QUESTURA di Catanzaro
3) AL COMANDO Carabinieri di Soverato
4) TENENZA della Guardia di Finanza di SOVERATO
5) POLIZIA Municipale Sede;
6) SUAP sede;
7) Pubblicata all’Albo pretorio e sito internet;

AVVERTE

Ai sensi dell’art.3, 4° comma, della legge 7 agosto 1990, n° 241, avverte che contro la presente ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione, ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Catanzaro (legge 6 dicembre 1971, n° 1034), o in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, da proporre entro 120 giorni dalla pubblicazione (D.P.R. 24 novembre 1971, n°1199).

Montepaone 22/05/2020
Il Sindaco
(Mario MIGLIARESE)

ALLEGATO ALL’ORDINANZA N.66 DEL 22.05.2020

DISPOSIZIONI ANTICONTAGIO PER IL MERCATO SETTIMANALE

a) L’area del mercato sarà soggetta a controllo da parte della Polizia Municipale e agenti di P.S.
b) Per ogni posteggio di vendita, potranno essere presenti al massimo due operatori.
c) Gli acquirenti dovranno rispettare la distanza interpersonale di sicurezza di 1 m.
• Sono assolutamente vietati assembramenti di persone.
• È obbligatorio l’uso di mascherine.
d) Gli acquirenti potranno avvicinarsi ai banchi di vendita solo se indossano mascherine di protezione.
e) Gli operatori dovranno indossare mascherine di protezione per bocca e naso e guanti.
f) Ogni operatore dovrà mettere a disposizione dei clienti idonee soluzioni idroalcoliche e guanti monouso.
g) È obbligatorio l’uso dei guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande.
h) In caso di vendita di abbigliamento: dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente per scegliere in autonomia, toccandola, la merce;
i) Divieto assoluto di vendita di beni usati.
j) Gli operatori, in corrispondenza del proprio posteggio di vendita, dovranno provvedere con nastro ben visibile a tracciare le linee che servono a garantire le distanze interpersonali di 1 m fra cliente e cliente, cliente ed operatore, qualora la disposizione del banco non consenta il rispetto di tale distanza.
k) Ogni operatore dovrà predisporre idonei cartelli che riportino l’obbligo del rispetto della distanza di sicurezza e, in caso di acquisti, quello di utilizzare i guanti monouso o il gel idroalcolico messi a disposizione.
l) Gli operatori dovranno consentire l’avvicinamento al banco a non più di due clienti per volta e sarà loro cura richiedere ai clienti il rispetto della distanza di sicurezza di 1 m tra loro.
m) Per la consegna della spesa e il pagamento, gli operatori dovranno predisporre e segnalare un preciso punto di raccolta (la spesa e il pagamento non potranno essere effettuati direttamente tra venditore e cliente, a meno che non sia stata predisposta un adeguato schermo di protezione che separi l’operatore dal cliente).
n) le postazioni di vendita tra commercianti dovranno rispettare una distanza di sicurezza non inferiore a mt 1 (uno);
o)I Commercianti dei prodotti non alimentari dovranno occupare gli spazi a loro assegnati per una larghezza massima non superiore a metri 5 ( cinque);
p) I Commercianti dei prodotti alimentari dovranno occupare gli spazi a loro assegnati per una larghezza massima non superiore a metri 4 (quattro);

134 visite

torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi